21.4 C
Catanzaro
17 Ottobre 2019
Attualità

ECOSISTEM, una impresa di successo

di Paolo Giura

La sede della Ecosistem vista dall’alto

«Ecosistem, come nelle favole.  Ed in effetti può sembrare una favola quella che si è riusciti a costruire nel corso di questi anni; non è frutto del caso ma frutto di impegno, di sacrificio, di studio delle normative ed anche di umiltà».  Sono le parole di Salvatore Mazzotta, amministratore delegato di Ecosistem, industria per la valorizzazione del rifiuto, che ci accoglie negli uffici dell’impianto principale  sito nell’area industriale di Lamezia. Vi raccontiamo la storia di questa azienda calabrese, che proprio l’anno scorso ha compiuto i trenta anni di attività, che ormai nel panorama italiano è diventata una delle più solide ed apprezzate nel campo dell’economia circolare. Grazie a Mazzotta ripercorriamo la storia veramente unica di Ecosistem e del suo gruppo.  Tutto è cominciato nel 1988, allorquando Rocco Aversa dopo una breve esperienza da giocatore professionista fondò l’azienda e con un solo camion e pochi attrezzi diede inizio alla sua avventura imprenditoriale nel settore dei rifiuti. Le richieste di intervento, pubbliche e private, sulla gestione appunto dei rifiuti e sulla risoluzione delle problematiche ambientali crescevano di giorno in giorno. Era necessario a questo punto non farsi trovare impreparati, così, dopo solo sei mesi di attività, arrivò a dar man forte in azienda Tonino Marchio.

Rocco Aversa e Tonino Marchio

I due soci-operai, giovani determinati ed intraprendenti, cominciarono a percorrere su e giù la Calabria a raccogliere olio e batterie, carta e cartone, vetro, plastica ed alluminio, rifiuti speciali di ogni tipologia, passando dalle piccole officine, agli elettrauti, ai supermercati, ai grandi gruppi industriali. In pochi anni l’esigenza di trovare una nuova sede operativa, di potenziare il parco mezzi e di ampliare l’organico che alla data attuale conta oltre 120 dipendenti. Nel 2007, la realizzazione di Econet, azienda specializzata nel trattamento e nella stabilizzazione di rifiuti industriali poi la costruzione del primo impianto RAEE dedicato al recupero dei materiali ferrosi e non e delle apparecchiature elettriche. Nel 2010 la costituzione di DE.CA. per la gestione di una piattaforma depurativa consortile.  Nel 2012 l’acquisizione di Ecotec, società che si occupa della progettazione, costruzione e gestione di impianti di trattamento reflui e gestione integrata delle acque, per ultimo nel 2015 la messa in esercizio della nuova piattaforma per la valorizzazione dei rifiuti da avviare prevalentemente a recupero.

Investimenti mirati in risorse umane, attrezzature ed impianti all’avanguardia, hanno consentito alla Ecosistem una crescita costante negli anni ed oggi di posizione tra le aziende leader del settore.

Rilevante anche l’impegno sul sociale dell’azienda, come aiutare attività sportive, la condivisione di iniziative ecologiste, oppure promulgare e far conoscere l’economia circolare; sono stati migliaia gli studenti in questi anni che hanno visitato l’azienda provenienti da istituti scolastici del comprensorio anche per l’alternanza scuola lavoro ma ci sono state visite anche di personalità istituzionali, imprenditori provienienti da tutto il mondo, dal Brasile dalla Cina che hanno voluto conoscre la tecnologia applicata instaurare nuovi accordi commerciali.

Non sono mancati anche i momenti difficili in cui si è dovuto  dimostrare con fermezza il rispetto delle norme, la correttezza e l’integrità dell’azienda. Momenti difficili anche nel superare l’inondazione dell’area industriale di Lamezia a fine 2018 che ha causato danni ingenti agli impianti del comparto 11. Ma superato l’iniziale e breve sconforto si è ripresa l’attività in poche ore con caparbietà, con la collaborazione di tutti, dal primo all’ultimo dipendente e si è tornati alla normalità. Quella normalità fatta di lavoro e passione festeggiata quest’anno anche ad Ecomondo 2018, la fiera dell’Economia circolare che si tiene a Rimini, con uno stand dedicato ai trenta anni di attività, un modo per raccontare all’esterno quello che si è riusciti a creare in regione.

«Grazie  ai nostri dipendenti  –  ci dice Salvatore Mazzotta, amministratore delegato di Ecosistem  – loro rappresentano la chiave di successo di tutti i risultati che sono stati raggiunti. Con i finanziamenti si riescono ad acquistare dei macchinari, le attrezzature;  ma se non si mette in campo una squadra motivata i risultati non si ottengono e sono stati anche loro protagonisti di questa bella storia.»

“Come nelle favole”  abbiamo scritto prima, grazie alla intuizione e la tenacia di Rocco Aversa e con l’ostinazione di Tonino Marchio, che non hanno nessuna parentela.  Da semplici amici hanno costituito una società  “fiore all’occhiello” della Calabria che produce, non si lamenta e crea economia sul territorio.

Related posts

Caso De Magistris: ecco le motivazioni della sentenza di Appello a Salerno

Redazione

La sentenza del TAR Lazio sulle Dogane: il ricorso velleitario di Reggio e le legittime ragioni di Catanzaro.

Redazione

Con Sissy è morta la “pista”- suicidio di Mario Meliadò

Redazione